L’inviato dell’OMS avverte che il vaccino contro il coronavirus potrebbe non essere mai sviluppato.


Di Amanda Woods, 4 maggio 2020 | 08:40

Mentre decine di ricercatori in tutto il mondo si affrettano a sviluppare vaccini per il nuovo coronavirus, un inviato dell’Organizzazione mondiale della sanità avverte che non si potrà mai arrivare a qualcosa di certo, secondo un nuovo rapporto.

Il dottor David Nabarro, che è anche professore di salute globale presso l’Imperial College di Londra, ha sollevato la possibilità in una nuova intervista con la CNN.

“Ci sono alcuni virus contro i quali non abbiamo ancora vaccini”, ha detto Nabarro sulla questione commercializzazione.
“Non possiamo dare per scontato che un vaccino apparirà affatto o, in tal caso, se supererà tutti i test di efficacia e sicurezza”.

In tal caso, secondo il rapporto, potrebbero essere sviluppati trattamenti alternativi, ma il mondo potrebbe ancora vedere focolai di coronavirus annuali – con decessi – e i blocchi dovranno essere periodicamente rafforzati e allentati.

“È assolutamente essenziale che tutte le società di tutto il mondo si trovino in una posizione in cui siano in grado di difendersi dal coronavirus come una minaccia costante e di essere in grado di affrontare la vita sociale e l’attività economica con il virus in mezzo a noi”, ha aggiunto.

È stata una sfida sviluppare vaccini per rinovirus e adenovirus comuni, che, simili al coronavirus, possono causare sintomi di raffreddore, secondo Nabarro.

Solo un vaccino previene due ceppi di adenovirus e non è disponibile in commercio, ha detto alla CNN.

“Hai grandi speranze, e poi le tue speranze sono deluse”, ha detto Nabarro. “Abbiamo a che fare con sistemi biologici, non con sistemi meccanici. Dipende molto da come reagisce il corpo. “

Il Dr. Anthony Fauci, esperto della task force sul coronavirus della Casa Bianca, ha dichiarato il mese scorso che pensava che fosse nel “regno delle possibilità” che milioni di vaccini sarebbero stati pronti entro gennaio. Gli esperti hanno precedentemente stimato che un vaccino potrebbe richiedere 18 mesi, se non di più.

Esistono diversi virus che non hanno ancora un vaccino ed è quindi prematuro supporre che uno sarà sviluppato per il coronavirus. Disse il dottor Nabarro. REUTERS / Carl Recine

La sfida coronavirus condiziona molti dottori ma alcuni altri affermano che portare a compimento un vaccino in uno qualsiasi di questi periodi di tempo è inaudito.

“Non abbiamo mai accelerato un vaccino in un anno a 18 mesi”, ha detto alla CNN il dott. Peter Hotez, preside della National School of Tropical Medicine del Baylor College of Medicine di Houston.
“Non significa che sia impossibile, ma sarà un risultato piuttosto eroico”.

“Abbiamo bisogno del piano A e di un piano B”, ha aggiunto.

Più di 90 vaccini COVID-19 sono in corso, in varie fasi, da gruppi di ricerca in aziende e università di tutto il mondo, ha riferito Nature.com la scorsa settimana.

Sono stati avviati studi sull’uomo per un vaccino sviluppato dall’Università di Oxford che ha protetto sei scimmie macaco rhesus da “pesanti quantità” dell’agente patogeno.

Tali prove sono state avviate anche per un altro vaccino, prodotto dalla ditta biotecnologica del Massachusetts Moderna.

Personalmente ritengo che il vaccino sia inutile così come o sono stati i vaccini sviluppati ad oggi. Ma questo è il mio umile pensiero.

Un abbraccio di Luce, in un mondo pieno di tenebre
Hakan Puma


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...