Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti si sta muovendo per far cadere le accuse penali contro l’ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn.

Flynn è stato tra gli ex aiutanti del presidente Donald Trump condannato durante le indagini del consigliere speciale sull’interferenza elettorale russa.

Si era dichiarato colpevole nel 2017 di aver mentito all’FBI per i contatti con l’ambasciatore russo negli Stati Uniti.

Flynn aveva cercato di ritirare il sua ammissione di colpevolezza ma tutti sappiamo che gli è stata estorta.

La decisione del dipartimento di giustizia segue anche le critiche al caso da parte del presidente Trump e dei suoi sostenitori.

Flynn, tenente generale a tre stelle dell’esercito in pensione, ha lasciato la Casa Bianca nel febbraio 2017, poche settimane dopo che il Presidente Trump aveva prestato giuramento.

In risposta all’annuncio su tweeter, Flynn ha twittato un video di suo nipote recitando la promessa di fedeltà degli Stati Uniti con la didascalia:
“E GIUSTIZIA per TUTTI”.

Giovedì, Trump ha dichiarato di essere “molto felice per il generale Flynn”.

La saga di Trump-Russia in 350 parole

Russia-Trump: chi è chi, nel dramma, per porre fine a tutti i drammi?
Chi è Michael Flynn?
Durante la campagna del 2016, Flynn, è stato uno dei primi e ardenti sostenitori di Trump, anche se in precedenza era stato un democratico per tutta la vita.
Flynn è stato tra i primi appuntamenti fatti del nuovo presidente – Trump lo ha fatto salire a bordo pochi giorni dopo aver vinto le elezioni.

I due hanno visto di persona molte questioni, tra cui i vantaggi dei legami più stretti con la Russia, la rinegoziazione dell’accordo con l’Iran e la lotta contro la minaccia dei militanti dello Stato islamico.

Profilo: Michael Flynn, ex consigliere di Trump

Il predecessore di Trump, il presidente Barack Obama, aveva messo in guardia dall’assumere Flynn ai suoi colaboratori, chissa perché?
.
Nel 2014, l’amministrazione Obama ha licenziato Flynn dal suo ruolo di capo della Defense Intelligence Agency, citando questioni di cattiva gestione e temperamento.
Flynn, che ha prestato servizio per tre decenni nell’esercito degli Stati Uniti, replicò dicendo che la sua espulsione si è riferita al fatto di aver detto dure verità sulla guerra all’estremismo islamista all’attuale amministrazione.

Perché Flynn è stato prosciolto da ogni accusa?

Nella causa presentata per la prima volta dall’Associated Press, il dipartimento di giustizia ha dichiarato di essersi mosso per respingere le accuse “dopo un’analisi ponderata di tutti i fatti e le circostanze del caso, comprese le informazioni recentemente scoperte e divulgate“.

Il dipartimento ha dichiarato che l’intervista tra investigatori e Flynn nel gennaio 2017 è stata “ingiustificata” e non condotta su una “base investigativa legittima”.

Ha anche affermato di non poter dimostrare oltre ogni ragionevole dubbio che Flynn aveva mentito e che dopo l’intervista gli agenti dell’FBI avevano “espresso incertezza sul fatto che Flynn avesse mentito”.

Il dipartimento ha anche detto che dimostrare che qualcuno ha fatto una falsa dichiarazione agli investigatori federali “richiede più di una bugia”.
“Richiede anche la dimostrazione che tale affermazione era materiale essenziale per l’indagine di base.”

Donald Trump ha dichiarato di non sapere che il dipartimento di giustizia avrebbe ritirato le accuse giovedì contro il suo ex consigliere per la sicurezza nazionale, ma non ha trattenuto i suoi pensieri.

Ha detto: “I funzionari dell’amministrazione Obama responsabili della sua azione penale erano “feccia umana” e avrebbero pagato un “grande prezzo” se fossero andati avanti, e molti di loro lo faranno presto.

Flynn, che Trump ha licenziato perché ha mentito al vicepresidente Mike Pence in merito ai suoi contatti con i russi, era un “grande gentiluomo” e un “grande guerriero”, ha affermato il presidente.

Ci picchia duro sui media dicendo:
“E i media che hanno riferito dell’accusa di Flynn e dell’indagine russa sapevano che erano “notizie false” e quindi sono dei ladri “ladri” che devono restituire i loro premi giornalistici”.

Trump vede l’accusa di Flynn non come un evento isolato, ma come la genesi di un complotto per sconfiggere la sua presidenza. Pertanto, il recupero di Flynn è stato ricevuto come conferma totale.

La mossa del dipartimento di giustizia ha lasciato sbalorditi molti critici di Trump. Avevano sospettato che stesse arrivando un perdono presidenziale di Flynn, ma questo – nella loro mente – è molto peggio.

Qual è stata la reazione?

Trump è stato informato dai giornalisti dell’Ufficio Ovale giovedì della decisione del dipartimento.
Disse di non esserne a conoscenza in quel momento, ma aveva “pensato che sarebbe successo (guarda qdrop di dicembre2019)” .

“Era un uomo innocente”, ha detto il presidente. “È stato preso di mira per cercare di abbattere un presidente, spero che un sacco di gente pagherà un grande prezzo per ciò che ha fatto. Sono feccia.”

L’ex direttore dell’FBI James Comey, che è stato un critico del presidente da quando è stato licenziato nel maggio 2017, ha twittato che il dipartimento di giustizia “ha perso la sua strada”.

Sia la destra che la sinistra sembrano ora credere che il processo giudiziario del dipartimento di giustizia sia stato completamente corrotto e politicizzato, sia attraverso l’accusa di Flynn sia attraverso la sua liberazione.

A volte sento persone che mi dicono che non sta succedendo niente, beh, ragazzi non è vero. Guardate, ad esempio, solo al FEDERAL BUREAU OF “INVESTIGATION” quante persone sono state licenziate…

James Comey, Director – LICENZIATO
Andrew McCabe, Deputy Director – LICENZIATO
Jim Rybicki, Chief of Staff and Senior Counselor – LICENZIATO
James Baker, General Counsel – LICENZIATO
Bill Priestap, Director of Counterintelligence (Strzok’s boss) – LICENZIATO
Peter Strzok, Deputy Assistant Director of Counterintelligence – LICENZIATO
Lisa Page, Office of General Counsel – LICENZIATA
Mike Kortan, Assistant Director for Public Affairs – LICENZIATO
Josh Campbell, Special Assistant to Comey – LICENZIATO
Michael Steinbach – Head of NAT SEC Div – LICENZIATO
John Glacalone – (Predecessor to Steinbach) – Head of NAT SEC Div – LICENZIATO
James Turgal – Assistant Director – LICENZIATO
Greg Bower – Top Congressional Liaison – LICENZIATO
Trisha Anderson – Principle Deputy General Counsel – LICENZIATO
Randy Coleman – Assistant Director of Counterintelligence Div – RIMOSSO

Andrew McCabe, che ha assunto la carica di capo dell’FBI nel 2017 prima che anche lui fosse espulso nel 2018, ha affermato che la decisione del dipartimento è stata “pura politica progettata per soddisfare il presidente”.

Ha detto che l’FBI “ha ricevuto prove incontrovertibili” Flynn ha parlato più volte con l’ambasciatore e ha cercato di influenzare le azioni dei funzionari russi.

“La posizione del Dipartimento secondo cui l’FBI non aveva motivo di intervistare il sig. Flynn in base alle sue indagini sul controspionaggio è palesemente falsa e ignora il notevole rischio per la sicurezza nazionale sollevato dai suoi contatti”.

Il deputato democratico Jerry Nadler, che presiede il comitato giudiziario della Camera dei rappresentanti, ha dichiarato in una nota che la mossa è stata “scandalosa”.

Nadler ha dichiarato che avrebbe riprogrammato un’audizione con il procuratore generale Bill Barr il prima possibile per spiegare la decisione.

Ha aggiunto che avrebbe chiesto all’ispettore generale del dipartimento di giustizia di indagare sulla questione.

“Le prove contro il generale Flynn sono travolgenti”, ha affermato Nadler. “Non dovremmo ricevere un trattamento speciale perché siamo amici del presidente”.

Qual è il Backstage di tutto?

Flynn è durato solo 23 giorni come consigliere del consigliere per la sicurezza nazionale – il consigliere capo del presidente per gli affari internazionali e la difesa.

Trump lo ha licenziato dopo che è emerso che aveva discusso della revoca delle sanzioni contro la Russia con l’ambasciatore russo a Washington prima che Trump entrasse in carica e avesse mentito al vicepresidente su quella conversazione.

A marzo, Trump ha detto che stava pensando di perdonare Flynn.

Sebbene inizialmente avesse accettato di cooperare con i pubblici ministeri, a gennaio Flynn ha chiesto di ritirare la sua ammissione di colpevolezza.

Con l’aiuto di una nuova squadra legale, aveva accusato i pubblici ministeri di cattiva condotta, comprese le minacce ricevute alla fonte.

Il procuratore generale Barr ha nominato il procuratore americano Jeffrey Jensen per riesaminare la gestione del caso Flynn all’inizio di quest’anno.

Il sig. Jensen ha dichiarato in una dichiarazione che “dopo aver concluso il riesame della procedura, si può archiviare il caso”.

Poco prima dell’annuncio, i media statunitensi hanno riferito che il procuratore Brandon Van Grack, che era un membro della squadra del consigliere speciale Robert Mueller, si era ritirato dalla gestione del caso.

Non sono stati forniti ulteriori dettagli sul suo ritiro.

Sta succedendo tutto ciò era stato previsto….
Anche, ad esempio, la grande apertura del primo ed unico social INDIPENDENTE Italiano, molto simile nella grafica a FB, molto più libero e meno censurato, vuoi venire a fare un giro, vieni, ti aspettiamo su:
http://www.ilgranderisveglio.com

A presto ed un abbraccio di luce
Hakan Puma


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...